I vini per Ferragosto!

Aug 04 , 2022

0 Commenti

Assunta Casiello

I vini per Ferragosto!

Nel “to do” della lista di agosto oltre al dolce far niente, dovrebbe necessariamente esserci una buona scorta di vini per brindare in compagnia degli amici, non credete?

E allora vi proponiamo 5 vini perfetti per rendere ancora più magica la vostra estate, perfetti per la tipica grigliata di ferragosto, ma in realtà anche per tutti gli altri giorni! 

Ci sarà pesce a valanga sulle vostre tavole? E in tutte le sale? Alla griglia, al forno, o condito con la pasta?

Il miglior alleato, considerando anche l’arsura estiva, è un bianco fresco e persistente come "Bianchi Grilli per la Testa" di Torre dei Beati. Un Trebbiano DOC 2020 che saprà tenere testa a tutte le vostre pietanze. Per noi è perfetto con un piatto di tagliolini al nero di seppia, gamberi e asparagi di mare o con degli spaghetti con pesce spada e zucchine fritte.

E se invece si trattasse di un pic nic gourmet in riva al mare? Un sorso di Etna Bianco Doc “Archineri" 2019 di Pietradolce sembra il perfetto alleato per una battuta di tonno e un piatto di gamberi e scampi crudi. Il suo naso è un intenso e persistente profumo di agrumi freschi e sentori mentolati in una fine nota iodata e di resina. Metteteci poi l’odore del mare e il trittico è davvero completato! Il cibo, il vino e il mare, what else?

E se siete tipi da campeggio? Il Navaherreros Blanco 2018 di Bodegas Bernabeleva rappresenta il concetto di vino naturale per eccellenza. Viene elaborato con le varietà galiziane di maggior tradizione l’Albariño e il Macabeo. Un vino che regala aromi di frutta tropicale e balsamici, ma soprattutto grande struttura e una ricca personalità al sorso. Da abbinare a crostacei, pesci al forno, piatti a base di verdure.

Festa in giardino?  La Prima Volta Metodo Classico Dosaggio Zero 2018 di Cantina della Volta è uno spumante rosato davvero particolare, ottenuto da uve Lambrusco di Sorbara. Affina sui lieviti per minimo 35 mesi. Il colore scarico rosa cipria lascia fin da subito immaginare il suo profilo raffinato.  All’olfatto colpisce per la delicatezza con cui vengono espressi i piccoli frutti e le note floreali. Segue un sorso agile, dotato di una grande freschezza che ben bilancia la consistenza.

E se il vostro ferragosto fosse a base di pane cafone, pasta, timballi, e salumi?  Un vino prodotto direttamente sull’'Isola di Lagrein, da vigne allevate in conduzione totalmente biologica è l’alleato perfetto. Si tratta della Schiava di Reyter un brillante rosso rubino che regala una grande complessità olfattiva, giocando tra note speziate e intensi profumi fruttati. Il sorso si mostra incredibilmente soddisfatto grazie ad una bella acidità che ben si equilibra con la sapidità. La Schiava di Reyter è davvero un regalo della natura in bottiglia!




Lascia un commento

Nota: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati