"Zagreo" Roccamonfina IGT 2018 I Cacciagalli


I Cacciagalli

"Zagreo" Roccamonfina IGT 2018 I Cacciagalli


I Cacciagalli

-
+
€23,50

Vino bianco

Non disponibile



Denominazione: "Zagreo" Roccamonfina IGT 2018 I Cacciagalli
Annata: 2018
Regione: Campania
Tipologia: Bianco
Vitigni: Fiano
Colore: Giallo dorato dai riflessi luminosi e di buona consistenza
Profumo: Bouquet intenso e ampio di note dolciastre, miste tra agrumi e miele. Poi una linea e sottile nota frutti rossi e polposi, lievi sentori speziati e una sottile nota minerale che allegra l'intero calice
Gusto: Persistente, intenso, di notevole freschezza e sapidità
Gradazione: 12,5%
Temperatura di Servizio:
16-18°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne di c.a. 20 anni allevate a spalliera su terreno Vulcanico, sciolto, sabbioso e calcareo con buona presenza di sostanza organica
Vinificazione: Fermentazione spontanea senza controllo della temperatura e macerazione sulle bucce per 2 mesi in anfore di terracotta. Affinamento negli stessi contenitori.
Affinamento: In anfora e poi in bottiglia
Filosofia Produttiva:
Vino biologico

100% Fiano "Zagreo" è forse il fiore all'occhiello dell'Azienda. La 2018 è stata pluripremiata anche dal Gambero Rosso con tre calici. Si tratta di un bianco da uve fiano fermentato e macerato in anfora. Oro giallo che più di ogni altro odore rimanda ad erbe lasciate libere di non essere addomesticate. Quello che sorprende è la complessità che arriva poi in retronasale dopo aver deglutito. E' qui che il naso ritorna ad odori di nocciole, di miele e di frutta gialla polposa. Il suo sorso è calibrato: corpo, complessità gustativa e persistenza rimangono tutte sullo stesso filo e si alternano progressivamente al palato giocando con una lunga linea sapida che puntuale ritorna in ogni accordo. Vino che fa dimenticare i brutti pensieri.

Siamo a pochi chilometri dal vulcano spento di Roccamonfina e qui Mario Basco e sua moglie Diana Iannaccone conducono le loro vigne lasciandosi ispirare dai principi impartiti dal teorico della biodinamica, Rudolf Steiner, praticano il sovescio del terreno (per favorire la micro-respirazione), difendono le piante con soli preparati e decotti naturali, affidano le potature alle tecniche di "Simonit&sirch" e riducono le cimature al minimo indispensabile per non sottrarre energia alla vite. L'azienda fa anche parte della cerchia della "Renaissance des Appellations" della quale fanno parte solo un ristretto e selezionato numero di aziende italiane (attualmente 50) che ha come obiettivo la conoscenza di un metodo agricolo alternativo a quello industriale per la produzione di vini di alta qualità. Dei 36 ettari della tenuta, che ospita anche un meraviglioso agriturismo solo 11 sono impiantati a vite dando totale rilievo agli autoctoni quali il fiano, falanghina, piedirosso, aglianico e pallagrello nero. I vini dei Cacciagalli sono vini "Buoni"!
Vedi produttore

 Frittata di verdure

Frittata di verdure

Tagliatelle al ragù di pesce

Tagliatelle al ragù di pesce

Orata al cartoccio

Orata al cartoccio

Prodotti visti recentemente