"Reserve Zero Dosage" Champagne Cuvée Charlot Père et Fils


Charlot Père et Fils

"Reserve Zero Dosage" Champagne Cuvée Charlot Père et Fils


Charlot Père et Fils

-
+
€49,00

Champagne

Non disponibile

Denominazione: "Reserve Zero Dosage" Champagne Cuvée Charlot Père et Fils
Annata: s.a.
Regione: Francia, Champagne
Tipologia: Champagne
Vitigni: Pinot Meunier 75%, Chardonnay 25%
Colore: Giallo dorato brillante
Profumo: Fiori, frutta, crosta di pane e note di pasticceria
Gusto: Croccante, acido, persistente
Gradazione: 12%
Temperatura di Servizio:
8/10°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Pinot Meunier, Chardonnay
Vinificazione: Raccolta manuale, pressatura, prima fermentazione con lieviti indigeni in vasche di acciaio inox, riposo in barrique usate per diversi mesi, assemblaggio e aggiunta di lieviti e zuccheri biologici per la seconda fermentazione in bottiglia.
Affinamento: Sboccatura dopo 36 mesi.
Filosofia Produttiva:
Vino biodinamico

Qui la bollicina che si ritrova al calice è l'esperienza del vignaiolo in vigna e in cantina, niente di più, niente di meno, ma tutto. Tutta la dedizione agli aspetti fondamentali di una produzione come quella plurigenerazionale di Charlot Père et Fils, sentita, cercata e ricercata, legata alle tradizioni ma anche con lo sguardo teso, e ben concentrato al futuro, un futuro che oramai è presente e che poco più di una decina di anni fa ha visto l'azienda trasformarsi all'interno di una filosofia produttiva volta al rispetto per la natura e ai suoi processi, secondo un regime biodinamico.
Parliamo di uno Champagne dal carattere misto tra Pinot Meunier e Chardonnay, parliamo di viti che guardano a sud, e affondano profonde radici nei ricchi terreni di una delle regioni vitivinicole più affascinanti al mondo. L'uva viene raccolta a mano e portata in cantina dove subisce una pressatura ed inizia la prima fermentazione con lieviti indigeni in vasche di acciaio inox; riposa in barrique usate per diversi mesi e poi si fa l'assemblaggio e si aggiungono lieviti e zuccheri biologici per la seconda fermentazione in bottiglia. La sboccatura avviene dopo 36 mesi.
Il vino si presenta al calice, brillante, giallo dorato, con un perlage fine e persistente. Al naso si percepiscono sentori croccanti di fiori e di frutta, ma anche di crosta di pane e leggere note di pasticceria. In bocca il sorso è avvolgente, ben strutturato, ma allo stesso tempo fluido e verticale, con questa acidità che pulisce e non stanca e questa persistenza che riporta le percezioni gusto-olfattive anche in retronasale.

Francia, Champagne, Vallée de la Marne, è qui che il risultato di un'agricoltura volta al rispetto totale per la natura e i suoi processi, si trasforma in una bollicina davvero speciale. Sulla scorta degli insegnamenti di un mentore d'eccezione Pierre Masson, precursore della filosofia biodinamica in agricoltura, il giovane vignaiolo Pierre Charlot dell'azienda Charlot Père et Fils, dal 2009 (prima del 2009 la cantina produceva vino da generazioni in regime tradizionale), si spinge verso i processi naturali nelle proprie produzioni, che possano raccontare il vino nella sua totale libertà d'espressione.

Burrata su tartare di gambero

Spaghetti alle vongole

Orata al sale

Prodotti visti recentemente