"Hommage a Marguerite" St. Aubin Premier Cru 2018 Colin-Morey


Colin-Morey

"Hommage a Marguerite" St. Aubin Premier Cru 2018 Colin-Morey


Colin-Morey

-
+
€69,00

Vino bianco

Non disponibile

Denominazione: "Hommage a Marguerite" St. Aubin Premier Cru 2018 Colin-Morey
Annata: 2018
Regione: Francia, Borgogna
Tipologia: Bianco
Vitigni: Chardonnay 100%
Colore: Brillante giallo paglierino
Profumo: Bouquet riccamente fruttato di polpa bianca, di petali di giglio e foglie verdi appena raccolte, il tutto sostenuto da una forte linea di mineralità che pare avvolgere il calice in ogni sua singola rotazione
Gusto: Un sorso centrato, armonico, complesso
Gradazione: 13%
Temperatura di Servizio:
12°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne situate nel premier cru Saint Aubin
Vinificazione: A seguito della vendemmia, la fermentazione alcolica avviene in botti da 350 litri
Affinamento: In legno dai 15 ai 20 mesi
Filosofia Produttiva:
Vino naturale e convenzionale

Il St. Aubin Premier Cru "Hommage a Marguerite" 2018 di Colin-Morey nasce da uve i cui vigneti sono situati nel prestigioso premier cru. Le uve bianche vengono pressate in grappoli interi con movimenti lunghi e soffici al fine di ottenere un succo ricco di sostanza e che saprà regalare complessità poi al vino. Il mosto fermenta in botti da 350 litri (30% di legno nuovo). Il vino invecchia tra i 15 e i 20 mesi a seconda delle annate senza mai essere mescolato. L'imbottigliamento avviene senza filtrazione e la tappatura è con sughero naturale. Tutte le bottiglie di Colin Morey sono cerate per garantire una conservazione ottimale ed uniforme.
Il St. Aubin Premier Cru "Hommage a Marguerite" 2018 conferma che il suo produttore, come definito dalla prestigiosa rivista francese "La Revue du vin de France" sia davvero "l'enologo più dotato della sua generazione". La 2018 si rivela al degustatore come un vino dall'elegante bouquet aromatico che si apre su note di pesca, frutta secca di nocciole e mandorle tostate, poi sottili note di resina alleggerite e vivacizzate da nuances di frutti bianchi. Il sorso è quanto mai profondo e denso, dalla notevole persistenza. Un vino che noi vorremmo dimenticare in cantina, consapevoli delle notevoli potenzialità che saprà regalare tra qualche anno. Eppure è così difficile resistere ad un sorso così incredibile. Quasi sconcertante la sua bontà.

Pierre Yves Colin è il più talentuoso vigneron degli ultimi tempi in Borgogna. Non è solo frutto del suo innato spirito e della sua genialità, ma merito anche della tanta esperienza acquisita soprattutto nel domaine di famiglia ‘Marc Colin et fils' dove è rimasto a lavorare fino al 2005. Proprio in quell'anno ha dato vita al suo grande e vincente progetto vitivinicolo. Pierre ha acquistato le viti più ambite e prestigiose della Borgogna, i vigneti si trovano infatti nel comune di Chassagne-Montrachet, di Meursault e di Saint Aubin, e la dovizia e cura di Pierre e di sua moglie rappresentano il quid in più che firma vini dalla profondità impressionante. Anche bevuti da giovani sanno regalare sensazioni magnifiche. Finezza ed eleganza rappresentano il comune denominatore di tutti i suoi vini. Ogni vino ha una sua precisa identità e firma il suo terroir e in cantina tutto è orientato affinché il vino non perda mai la sua identità territoriale e la sua stessa annata.

'Formaggi

Formaggi stagionati

'risotto

Risotto ai funghi

'Ragù

Ragù bianco

Prodotti visti recentemente