Etna DOC Bianco 2020 Benanti


Benanti

Etna DOC Bianco 2020 Benanti


Benanti

-
+
€21,00

Vino bianco

3 Disponibile

Bibenda:
2019
1 1 1 1 2 Guida Bibenda: Annata 4 Grappoli, Vini da 85 a 90 centesimi, vini da 85 a 90 centesimi, Vino di grande livello e spiccato pregio"
Denominazione: Etna DOC Bianco 2020 Benanti
Annata: 2020
Regione: Sicilia
Tipologia: Vino bianco
Vitigni: Carricante 100%
Colore: Giallo paglierino luminoso e dotato di vivaci riflessi
Profumo: Sottili ed eleganti profumi fruttati di mela verde ed una profonda e vivace nota minerale
Gusto: Dinamico, vivace, equilibrato
Gradazione: 12%
Temperatura di Servizio:
10-12°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne situate nei versanti Est e Sud dell'Etna situate ad un' altitudine da 700 a 950 m s.l.m. su terreni sabbiosi, vulcanici e ricchi di minerali
Vinificazione: Fermentazione alcolica per circa 15 giorni ad una temperatura controllata di circa 18°C in serbatoi di acciaio, usando specifici lieviti autoctoni selezionati
Affinamento: In vasca sulle fecce fini per alcuni mesi prima di essere imbottigliato. Affinamento in bottiglia per circa 2-3 mesi
Filosofia Produttiva:
Vino convenzionale

Il Carricante è un vitigno autoctono a bacca bianca del territorio etneo. Ma forse sarebbe più corretto definirlo come un vitigno che si fa custode di cosa significhi Etna. Perché Etna non è "solo" un vulcano, Etna è uno "state of mind". Qui le viti pare che acquisiscano qualcosa di magico che regalano poi ai loro vini. O almeno così è in questo Etna Bianco di Benanti prodotto da una selezione di uve provenienti da vigneti situati sul versante est e sud dell'Etna, che beneficiano di forti escursioni termiche visto che sono situate ad un'altitudine che varia dai 700 ai 900 metri s.l.m. e che al momento della vendemmia si presentano sempre ricche e polpose grazie alla costante luminosità alla quale sono esposti i vigneti.
L'Etna Doc 2020 di Benanti è un calice fine e mai invasivo nei suoi odori. Non sono prorompenti né impattanti, ma sono fini e sottili. A rimandare un'eleganza giovane, ma mai acerba. Sono sentori fruttati, che virano verso la mela verde e il lime. E il palato in perfetta coerenza si dimostra asciutto, dinamico e verticale, connotato da una grande verve grazie alla buona componente sapida ed acida. Vino semplice, inteso nella massima aulicità di questo aggettivo e dunque quanto di migliore ci si possa aspettare! Non è un caso infatti che nel 2018 l'Etna Bianco di Benanti è stato inserito dal New York Times come uno dei migliori vini bianchi italiani sotto i 25 dollari. Noi crediamo che sia così anche per la 2020. Scommettiamo?

Vigna Sicilia

Il Cavaliere Giuseppe Benanti alla fine dell'800 pose le basi di quella che oggi sarà considerata come la viticoltura pionieristica del territorio etneo contribuendo alla crescita e alla fama, tutta meritata, dei vini prodotti su quell'incredibile vulcano. Ma di storia ne è stata scritta dalla fine del XIX secolo. Era il 1988, infatti, quando l'azienda, animata dall'ambizione di tutelare e valorizzare le varietà autoctone, fondò l'azienda "Tenuta di Castiglione", avvalendosi della conoscenza e della cultura di personaggi illustri come il Prof. Rocco Di Stefano, enologo astigiano e Marco Monchiero delle Langhe e soprattutto di colui che da lì a poco sarebbe diventato il massimo riferimento enologico sull'Etna, Salvo Foti.

Mozzarella

Mozzarella

Risotto ai frutti di mare

Risotto ai frutti di mare

Quiche di verdure

Quiche di verdure

Prodotti visti recentemente