"Cavaliere" Rosso Toscana IGT 2018 Michele Satta


Michele Satta

"Cavaliere" Rosso Toscana IGT 2018 Michele Satta


Michele Satta

Annata :
-
+
€39,00 €43,00
Risparmi il 9%

Vino rosso

1 Disponibile

Bibenda:
Vitae:
2017
2017
1 1 1 1 2 Guida Bibenda: Annata 2017 4 Grappoli, 4 grappoli. Vini da 85 a 90 centesimi, Vini di grande livello e spiccato pregio"
1 1 1 1 Guida Vitae:Annata 2017 4 Viti, Vini da 89 a 90 punti "Vino di ottimo profilo alla soglia dell'eccellenza"
Denominazione: Toscana IGT
Annata: 2018/2019
Regione: Toscana
Tipologia: Rosso
Vitigni: Sangiovese 100%
Colore: Rosso rubino intenso
Profumo: Naso, fruttato e floreale dove intervengono piacevoli note balsamiche e selvatiche
Gusto: Fresco, di grande bevibilità, morbido
Gradazione: 14,5%
Temperatura di Servizio:
16-18°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne situate a Vignanova e Torre
Vinificazione: Fermentazione spontanea in vasche d'acciaio a temperatura controllata, e macerazione di 10-12 giorni sulle bucce
Affinamento: Affinamento in cemento per 18 mesi
Filosofia Produttiva:
Vini Convenzionali

Il "Cavaliere" di Michele Satta è un 100% di Sangiovese, proveniente da una rigidissima selezione delle uve migliori appartenenti al vigneto Vignanova, che vengono raccolte a piena maturazione. Il vino fermenta in tini aperti di legno di rovere da 30 hl e la macerazione è effettuata con la sommersione soffice del cappello a mano e con 1 rimontaggio al giorno o follature soffici. La durata della macerazione che può durare anche mesi e ciò grazie soprattutto alla perfetta maturazione della bacca e del vinacciolo. Affina poi in barrique per circa 24 mesi.
Il "Cavaliere" di Michele Satta è un carico e brillante rosso rubino, dal naso elegante e raffinato mostrandosi in un bouquet riccamente stratificato tra frutti di bosco, rose e violette e poi quella notevole piacevolezza e brio regalata da sentori selvatici e di erbe balsamiche. In perfetta coerenza arriva un sorso intenso, di gran corpo ed equilibrio, connotato da un'incredibile freschezza che rende la bevuta quasi incessante.

"Il mio arrivo a Castagneto Carducci è casuale", così Michele Satta spiega l'inizio della sua storia da vignaiolo. Era il 74, quando poco più che ventenne si iscrive all'università di agraria di Milano, e da lì a poco, con una laurea in tasca e pervaso dalla testa fino ai piedi di entusiasmo affitta vecchie vigne a Castagneto Carducci. Date che coincidono anche con la nascita della Doc Bolgheri. Perché se esiste questa Denominazione, nata appunto nel 1984, è anche e soprattutto grazie alla storia dell'azienda di Michele Satta. Il merito del successo va anche a sua moglie Lucia, compagna di vita e di lavoro e oggi a due dei suoi sei figli che perseguono il lavoro iniziato dai loro genitori, Giacomo e Benedetta. Questa è sì una storia di famiglia, ma parallelamente è anche un pezzo della storia d'Italia, visto che i vini di Michele Satta hanno davvero fatto la storia di questa denominazione e anche della Toscana.

Formaggi di media stagionatura

Formaggi di media stagionatura

  Zuppa di farro e ceci

Zuppa di farro e ceci

Roast beef

Roast beef