"Piastraia" Bolgheri Rosso Superiore 2019 Michele Satta


Michele Satta

"Piastraia" Bolgheri Rosso Superiore 2019 Michele Satta


Michele Satta

-
+
€39,00

Vino rosso

Non disponibile

Premi e Riconoscimenti

Gambero Rosso:
Bibenda:
Vitae:
2017
2017
2017
1 1 Guida Gambero Rosso: Annata 2017 "Vino da molto buono a ottimo "
1 1 1 1 Guida Bibenda: Annata 2017, Vini da 85 a 90 centesimi "Vini di grande livello e spiccato pregio"
1 1 1 1 1 Guida Vitae:Annata 2017, vini da 85 a 88 punti "Vini di eccellente profilo stilistico e organolettico"

Caratteristiche

Denominazione: Bolgheri Rosso Superiore DOC
Annata: 2019
Regione: Toscana
Tipologia: Rosso
Vitigni: Cabernet Sauvignon 25%, Merlot 25%, Sangiovese 25%, Syrah 25%
Colore: Brillante rosso rubino
Profumo: Netti profumi di frutta rossa e scura, garrigue e sentori mediterranei, legno ed erbe balsamiche
Gusto: Teso, sapidità incisiva, vibrante
Gradazione: 14%
Temperatura di Servizio:
18-20°C
Formato: Bottiglia 75 cl

Scheda Tecnica di Fermento24

Vigneti: Vigne di circa 30 anni situate nelle parcelle di Torre, Poderini, Vignanova, Castagni e Campastrello
Vinificazione: Fermentazione separata dei vari vitigni in botti grandi di rovere e macerazione per circa 20 giorni. Poi assemblaggio delle masse
Affinamento: 18 mesi in barrique e 24 mesi in bottiglia
Filosofia Produttiva:
Vini Convenzionali

Descrizione del "Piastraia" Bolgheri Rosso Superiore Michele Satta

Il Piastraia di Michele Satta è un Bolgheri Superiore diventato un po' il manifesto ed il portavoce di questo territorio toscano. E questa fama è giustamente meritata visto che sa esprimere al meglio la vocazione di questo piccolo angolo di Toscana per la produzione di grandi rossi con uve internazionali.
Il Piastraia di Michele Satta si presenta al calice in un rosso intenso molto luminoso. Stupisce sin da subito il suo spettro olfattivo molto incentrato sul mediterraneo, dal profilo elegante e complesso, che fa della territorialità una delle sue caratteristiche peculiari, poi intervengono profumi intensi di piccoli frutti a bacca scura, confettura di more e mirtilli, note speziate e una leggera tostatura in sottofondo. Al palato è di corpo e regala grande armonia, dove la complessità aromatica, e la trama tannica giocano vicendevolmente tra una notevole freschezza e una media sapidità.

Produttore: Michele Satta

Vigna Toscana

"Il mio arrivo a Castagneto Carducci è casuale", così Michele Satta spiega l'inizio della sua storia da vignaiolo. Era il 74, quando poco più che ventenne si iscrive all'università di agraria di Milano, e da lì a poco, con una laurea in tasca e pervaso dalla testa fino ai piedi di entusiasmo affitta vecchie vigne a Castagneto Carducci. Date che coincidono anche con la nascita della Doc Bolgheri. Perché se esiste questa Denominazione, nata appunto nel 1984, è anche e soprattutto grazie alla storia dell'azienda di Michele Satta. Il merito del successo va anche a sua moglie Lucia, compagna di vita e di lavoro e oggi a due dei suoi sei figli che perseguono il lavoro iniziato dai loro genitori, Giacomo e Benedetta. Questa è sì una storia di famiglia, ma parallelamente è anche un pezzo della storia d'Italia, visto che i vini di Michele Satta hanno davvero fatto la storia di questa denominazione e anche della Toscana. Vedi produttore

Perfetto da bere con

Frittelle di verdure

Frittelle di verdure

Tagliatelle al ragù bianco

Tagliatelle al ragù bianco

Pollo arrosto con patate

Pollo arrosto con patate