"Fleur de l'Europe" Champagne Brut Nature AOC Fleury


Fleury

"Fleur de l'Europe" Champagne Brut Nature AOC Fleury


Fleury

-
+
€48,00

Champagne

Non disponibile

Denominazione: "Fleur de l'Europe" Champagne Brut Nature AOC Fleury
Annata: S.a.
Regione: Francia
Tipologia: Champagne
Vitigni: Pinot Noir 85% – Chardonnay 15%
Colore: Brillante giallo paglierino intenso con vivaci riflessi verdi.
Profumo: Floreale, agrumato, richiami iodati.
Gusto: Avvolgente, sapido, persistente.
Gradazione: 12%
Temperatura di Servizio:
8-10°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne da 15 a 20 anni su terreni argillosi e calcarei.
Vinificazione: Fermentazione spontanea in parte in rovere in parte in acciaio..
Affinamento: Affinamento 72 mesi sui lieviti. Sboccatura manuale 10/2019.
Filosofia Produttiva:
Conduzione biodinamica.

Il "Fleur de l'Europe" di Fleury è stata la prima cuvée biodinamica creata in assoluto in Champagne! La prima bottiglia fu creata durante l'epoca della caduta del muro di Berlino e questo evento storico ha così ispirato il nome di questo vino. In quest'ultima cuvèe ritroviamo il Pinot Nero all'85% e lo Chardonnay al 15%, si tratta di un blend dell'annata (al 75%) più l'aggiunta di vini di riserva (al 25%). Le vinificazione sono avvenute in vasche termoregolate e in botti di rovere per l'annata 2014, mentre i vini di riserva sono affinati in botti di rovere. Nessun dosaggio a seguito della sboccatura.
Il "Fleur de l'Europe" di Fleury è da puristi dello Champagne! Quella gestione più che oculata della liqueur, con un dosaggio zero, rende il gusto vero ed autentico. Il sorso è incisivo, e con una spinta minerale che invoglia la beva, e quel tocco di salinità nel finale rende il vino cesellato e deliziosamente vibrante.

Il domaine fu fondato nel 1895 a Courteron, un villaggio situato nel sud della regione dello Champagne, nella Cote des Bar. L'approccio biodinamico è sembrato da subito il metodo più affine alle idee attuali del domaine da sempre rispettoso del territorio. E oggi Fleury è infatti certificata sia biologica che biodinamica. Il lavoro, poi, sia in vigna che in cantina è sincronizzato anche con le fasi lunari. Oggi è Jean-Sebastien che conduce la cantina e che ha la cura di migliorare la biologia del suolo e la biodiversità in modo che il carattere unico del terroir si esprima nei vini. La maison Fleury può vantare il primato in molte cose. Sono stati i primi ad adottare il piede franco nell'Aube dopo la devastazione della fillossera. I primi a fare un passo indietro, negli anni Ottanta, sulla via della chimica per percorrere una strada diversa per ricercare la qualità, la biodinamica
Vedi produttore

 Formaggi di media stagionatura

Formaggi di media stagionatura

Risotto ai funghi porcini

Risotto ai funghi porcini

Carne alla genovese

Carne alla genovese

Prodotti visti recentemente