"Quartara" Colli di Salerno IGT 2018 Lunarossa


Lunarossa

"Quartara" Colli di Salerno IGT 2018 Lunarossa


Lunarossa

-
+
€26,00

Vino bianco

8 Disponibile

Bibenda:
Vitae:
2016
2016
1 1 1 1 2 Guida Bibenda: Annata 2016 4 Grappoli, Vini da 85 a 90 centesimi "Vini di grande livello e spiccato pregio"
1 1 1 1 Guida Vitae:Annata 2016 3 Viti, Vini da 85 a 90 punti "Vino di ottimo profilo alla soglia"
Denominazione: Colli di Salerno IGT "Quartara" 2018 Lunarossa
Annata: 2018
Regione: Campania, Salerno
Tipologia: Bianco
Vitigni: Fiano 90%, Santa Sofia 10%
Colore: Giallo dorato luminoso
Profumo: Nitidi profumi di albicocca, anice, miele di corbezzolo, ginestra e buccia di agrumi.
Gusto: Fresco, verticale, sapido
Gradazione: 13%
Temperatura di Servizio:
14-16°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne di c.a. 20 anni allevate a guyot su terreno argilloso calcareo
Vinificazione: Fermentazione spontanea e macerazione delle vinacce in anfora di terracotta chiamate "quartare" per 60 – 90 giorni
Affinamento: 12 mesi in botti di rovere di varia capacità
Filosofia Produttiva:
Vino naturale, Vino convenzionale

Il fiano "Quartara" di Lunarossa è prodotto da uve fiano e una piccola percentuale di uva autoctona tipica del golfo di Salerno. I vigneti sono situati ad appena 180 metri sul livello del mare. E ciò che stupisce è l'incredibile e interessante gioco che Mario Mazzitelli svolge tra la fermentazione e l'Invecchiamento. Il Quartara infatti fermenta all'interno, appunto, delle quartare, tipiche anfore di terracotta vesuviane, che sono interrate nella bottaia della cantina, tecnica di produzione adottata già nell'Antica Roma. Le quartare vengono riempite con l'uva appena diraspata e, dopo 3 cicli di riempimento, una parte del vino viene lasciato a riposare sulle sue bucce e le sue fecce nobili dai 60 ai 90 giorni a seconda dell'annata e poi passato in legno per elevare ancora di più la sua complessità e la sua struttura. Dopodichè il vino matura tre mesi in anfora e dodici mesi in legno.
Il fiano "Quartara" di Lunarossa si esprime con spiccate note speziate che rimandano all'anice e al biancospino. A queste note si sovrappongono note più dolci di miele di acacia, di castagno, zagara e frutta candita. Ciò che non svanisce mai è quella lunga trama agrumata che rende l'olfatto legger e fine. Al palato è elegante nelle nuances minerali e nella profondità di beva, di buon corpo, sorretti da una buona freschezza e con un finale lunghissimo. Il sorso si rivela in una notevole compostezza e di piacevole equilibrio e regala una lunga chiusura su un'eco balsamica.

Vigna Campania

Mario Mazzitelli è l'ambizioso vigneron che si cela dietro l'azienda agricola Lunarossa. Ambizioso perché ciò che desiderava Mario era valorizzare il suo territorio. Far conoscere al mondo e soprattutto all'Italia, che nel Golfo di Salerno si producono eccellenze. Ed è così che a Giffoni Valle Piana inizia a prendere forma il suo progetto. Uno dei cardini della sua filosofia si basa soprattutto sulle scelte di affinamento o meglio sui contenitori scelti per l'affinamento. Mario è stato, infatti, uno dei primi in Campania, a sperimentare l'anfora sia per la vinificazione che per l'affinamento. Così tanto legato alla sua terra che, inoltre, le anfore sono quelle vesuviane, prodotte con pietra lavica, chiamate, "quartara!

Formaggi di media stagionatura

Formaggi di media stagionatura

tagliatelle al ragù bianco

Tagliatelle al ragù bianco

Agnello

Agnello

Prodotti visti recentemente