"Cote Rotie" Syrah 2017 Domaine Jamet


Domaine Jamet

"Cote Rotie" Syrah 2017 Domaine Jamet


Domaine Jamet

-
+
€139,00

Vino rosso

3 Disponibile

Denominazione: Cote Rotie AOC 2017 Domaine Jamet
Annata: 2018
Regione: Francia, Rodano
Tipologia: Rosso
Vitigni: Syrah 100%
Colore: Rosso rubino intenso
Profumo: Profumi fruttati e floreali che, partendo dalle ciliegie e dalle susine nere, spaziano verso la macchia mediterranea incontrando delicate nuances di lavanda e fondendosi a note speziate da quelle più dolci alle più intense di timo
Gusto: Sorso pieno ed avvolgente, senza essere corposo, una trama tannica setosa che accarezza elegantemente il palato, suadente. Alcool ben integrato, finale ottimamente equilibrato da una piacevole nota salina.
Gradazione: 14%
Temperatura di Servizio:
14/16°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: 20 vigneti coltivati su 15 terroir differenti
Vinificazione: Fermentazione a grappolo intero in barrique di cui il 15% nuove, pressatura soffice
Affinamento: il vino affina in barrique per 22 mesi e successivamente si stabilizza in bottiglia
Filosofia Produttiva:
Approccio al vino artigianale

Il Cote Rotie di Domaine Jamet mostra l’abilità di Jean Paul Jamet di presentare in un'unica bottiglia l’essenza dei 15 terroir del Domaine. L’agricoltura praticata in queste vigne è nel pieno rispetto delle viti e dell’ambiente. L’età delle viti va dai 20 ai 50 anni. Nel bicchiere si sente tutta l’abilità del più talentuoso vigneron di quest’area.
Il Cote Rotie fa presagire già alla sola vista la sua grande personalità: quel colore rosso rubino che pare impenetrabile e che riesce, però, fin da subito a svelare tutta la sua grande eleganza. Al naso le note di frutta ancora croccante di susine nere, si accompagnano a profumi di viole. Ma non fa il tempi il naso a placarsi che immediatamente arrivano note di macchia mediterranea, di profumi iodati e di pietre spaccate che riportano alla memoria le ripide pendenze della Cote Rotie sferzate dal vento. Al gusto ancor di più si capisce quanto soffrono queste viti, che su meno di 20 cm di terreno devono cercare l’acqua infiltrandosi nella roccia con le loro radici. Le note fruttate e floreali scure già avvertite al naso, in retronasale diventano ancor più intense e lasciano spazio anche a profumi di rosmarino, timo e soprattutto ad una piacevole acidità e sapidità. Nonostante ciò il sorso resta confortevole, con tannini setosi ed un sorso fresco e morbido che fanno terminare ben presto la bottiglia. Parola d’ordine: Eleganza.

Jean Paul Jamet ha seguito e perfezionato il lavoro del padre e fin dal 1976 tutti i suoi vini nascono da viti che rispettano la natura, un vero vino “naturale” sopra le mode. Un’azienda diretta da Jean Paul e sua moglie, a misura e dimensione familiare. Già questo dà l’idea di quello che saranno i suoi vini: un assaggio autentico della grandezza dei vini di questa regione ancora troppo poco conosciuta. Se si potesse riassumere in due parole la cantina: artigianalità e raffinatezza.

Formaggi di media stagionatura

Tagliatelle ai funghi e tartufi

Selvaggina

Prodotti visti recentemente