Etna Rosso DOC 2020 Benanti


Benanti

Etna Rosso DOC 2020 Benanti


Benanti

-
+
€16,00

Vino rosso

15 Disponibile

Denominazione: Etna DOC Rosso Benanti
Annata: 2020
Regione: Sicilia
Tipologia: Rosso
Vitigni: Nerello Mascalese 80%, Nerello Cappuccio 20%
Colore: Rosso rubino
Profumo: Note di ciliegia sottospirito, rabarbaro, menta, olive Nere
Gusto: Naso speziato, giusto equilibrio tra acidità e potenza
Gradazione: 14%
Temperatura di Servizio:
16-18°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne situate nei versanti nord, Sud- est e sud-ovest dell’Etna situate ad un’altitudine da 700 a 950 m s.l.m. su terreni sabbiosi, vulcanici e ricchi di minerali
Vinificazione: Fermentazione alcolica separata per i due diversi uvaggi che avviene per entrambi sempre in acciaio, con una macerazione di circa 15 giorni ad una temperatura controllata usando specifici lieviti autoctoni selezionati
Affinamento: L’80% del Nerello Mascalese matura in acciaio e il 20% in barrique di 2°-3° passaggio di rovere francese per circa 8-10 mesi. Il Nerello Cappuccio matura invece solo in acciaio. Il vino si affina in bottiglia per circa 3 mesi.
Filosofia Produttiva:
Vino convenzionale

L’Etna Rosso di Benanti è un Etna Doc che risponde perfettamente alla definizione di questa denominazione e soprattutto dei vitigni dalla quale si costituisce. Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio insieme diventano forza e delicatezza insieme. Brio e austerità. Eleganza ed agilità. E in questo Etna Rosso di Benanti pare ritrovarsi ognuno di questi aggettivi. Sono viti allevate su diversi versanti dell’Etna di età tra i 10 fino ai 60 anni ed allevate sia ad alberello sia a spalliera. Le fermentazioni delle due uve avvengono separatamente con l’ausilio di lieviti autoctoni selezionati dall’azienda dopo una lunga sperimentazione.dopodichè il mosto è affidato ad una macerazione di circa 15 giorni. Ed una volta terminato l’affinamento avviene per l’80% del Nerello Mascalese in acciaio e per il 20% in barrique di 2°-3° passaggio di rovere francese per circa 8-10 mesi. Mentre Il Nerello Cappuccio matura invece solo in acciaio. Il vino, in ultimo, affina in bottiglia per circa 3 mesi. L’Etna Rosso di Benanti si presenta al naso con un bouquet molto complesso, intenso e variegato, che varia dal sottobosco al frutto rosso, passando per le note speziate e balsamiche. Al palato? Dovete berlo per capirne la persistenza. Il suo sorso esprime una forte freschezza e sapidità, e si dipana in una struttura che pare quasi materica eppure in un sorso tanto agile che regala dinamismo nella beva. Vino di notevole piacevolezza e intrigante.

Il Cavaliere Giuseppe Benanti alla fine dell’800 pose le basi di quella che oggi sarà considerata come la viticultura pioneristica del territorio etneo contribuendo alla crescita e alla fama, tutta meritata, dei vini prodotti su quell’incredibile vulcano. Ma di storia ne è stata scritta dalla fine del XIX secolo. Era il 1988, infatti, quando l’azienda, animata dall’ambizione di tutelare e valorizzare le varietà autoctone, fondò l’azienda “Tenuta di Castiglione”, avvalendosi della conoscenza e della cultura di personaggi illustri come il Prof. Rocco Di Stefano, enologo astigiano e Marco Monchiero delle Langhe e soprattutto di colui che da lì a poco sarebbe diventato il massimo riferimento enologico sull’Etna, Salvo Foti. Dieci anni dopo l’Azienda si identifica proprio con il suo cognome familiare e nasce così l’azienda “Benanti” oggi Benanti è l’unica azienda vitivinicola etnea presente su ogni versante della DOC. E oggi se esiste una DOC Etna è anche grazie alla famiglia Benanti, e non è un caso, quindi, che il presidente attuale della Denominazione, sia proprio Antonio Benanti, che insieme a Salvino, gestisce anche questa storica azienda familiare. .

Affettati e salumi

Spaghetti al pomodoro

Parmigiana di melanzane

Prodotti visti recentemente