Valtellina Superiore Sassella “Rocce Rosse” 2013 - Ar.Pe.Pe.


Ar.pe.pe

Valtellina Superiore Sassella “Rocce Rosse” 2013 - Ar.Pe.Pe.


Ar.pe.pe

-
+
€60,00

ROSSO

2 Disponibile

Denominazione: Valtellina Superiore Sassella “Rocce Rosse” 2013 - Ar.Pe.Pe.
Annata: 2013
Regione: Lombardia, Valtellina
Tipologia: Rosso
Vitigni: Nebbiolo (chiavennasca) 100%
Colore: Rosso rubino intenso dai riflessi tendenti al granato
Profumo: Intensi aromi di fiori rossi, e di agrumi si mescolano a note speziate dolci.
Gusto: Morbido, tannino armonico, strutturato
Gradazione: 13%
Temperatura di Servizio:
16-18°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne inerbite situate nella zona della Sassella tra 400 e 600 metri s.l.m. con esposizione sud-est, situate nei principali cru e prémièr cru della Côte de Nuits.
Vinificazione: La fermentazione avviene con il solo ausilio dei soli lieviti indigeni. Macerazione sulle bucce di circa 120 giorni in tini di legno da 50 hl.
Affinamento: Affinamento in tini e botti da 50 hl per 18 mesi.
Filosofia Produttiva:
Vino naturale. Vino convenzionale

È nel cuore della Sassella, sotto-zona della Valtellina, che nasce questa riserva “Rocce Rosse DOCG” di Ar.pe.pe Da un vigneto situato a 400 metri s.l.m., qui nasce il “nebbiolo delle alpi”, una delle più belle espressioni di chiavennasca che si coltiva in Valtellina. Questa riserva nasce nel 2013, con una lunga macerazione sulle bucce di 69 giorni in tini di legno da 50 hl. Poi il lungo riposo per 39 mesi sempre in legno, per poi proseguire in cemento ed infine in bottiglia. Viste le ridotte dimensioni del vigneto da cui viene prodotto “Rocce rosse” e tenuto conto del notevole lavoro che è previsto, la produzione è davvero limitata, appena 11.000 bottiglie divise tra il mercato nazionale e quello estero. Ai fortunati la possibilità di accappararsene almeno uno di questa meravigliosa riserva.
Il nome di questa riserva “Rocce rosse Valtellina DOCG” 2013 di Ar.pe.pe è l'esatta descrizione del suo stesso sorso che appare sanguigno e ferroso. È un vino pieno di espressioni. Ma soprattutto è generatore di sensazioni e di emozioni. Siamo di fronte a uno di quei vini che non può solo essere descritto “asetticamente”. Il suo colore è un intenso rosso rubino. Il naso è un turbinio di profumi di frutta sotto spirito, spezie dolci, cuoio. Un sorso avvolgente che si connota di una sostanza fine e polposa. Sorso austero, energico e di lunghissima persistenza Il finale mantiene un registro goloso, pieno di polpa, che sa di ciliegia e spezie dolci e ritmi minerali. Pare che respiri la sua terra.

”produttore

Esiste un'equazione più che mai lineare per questa Azienda Agricola. Ar.pe.pe sta alla Valtellina come la Valtellina sta ad Ar.pe.pe. Questa perfetto parallelismo è palpabile non appena si apre una bottiglia di questa Azienda. È come se esistesse un lungo cordone ombelicale tra le terra ed il vino. Il nebbiolo, qui localmente detto ‘chiavennasca', diventa il manifesto della Valtellina e di quei ripidi e scoscesi terrazzamenti. Arturo Pelizzatti Perego, patron di Ar.pe.pe (e non a caso il nome dell'azienda richiama appunto le iniziali del suo nome) ha sempre creduto in questo indissolubile rapporto, e oggi sono i suoi figli che perseguono in questa “lunga storia d'amore”.

”Formaggi

Formaggi di media stagionatura

”Tagliatelle

Tagliatelle alla bolognese

”

Agnello

 

Prodotti visti recentemente