“Slatnik" Venezia Giulia IGT 2018 Radikon


Radikon

“Slatnik" Venezia Giulia IGT 2018 Radikon


Radikon

-
+
€24,00 €29,20

Vino bianco

2 Disponibile

Denominazione: “Slatnik” Venezia Giulia IGT 2018 Radikon
Annata: 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia, Oslavia
Tipologia: Bianco
Vitigni: Chardonnay 80% e Friulano 20%
Colore: Brillante giallo dorato, intenso e consistente
Profumo: Intensi aromi di fiori, di agrumi e piacevoli sentori di resina
Gusto: Morbido, fresco e leggermente tannico
Gradazione: 13%
Temperatura di Servizio:
12/14°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne di c.a 25 anni allevate su terreno prevalentemente argilloso
Vinificazione: A seguito della vendemmia rigorosamente manuale, i grappoli vengono diraspati e l'uva è sottoposta a fermentazione spontanea, senza temperatura controllata, in tini di rovere dove le bucce rimangono a contatto con il mosto dagli 8 ai 14 giorni. Follature costanti.
Affinamento: Per 18 mesi in botti di rovere
Filosofia Produttiva:
Vino biodinamico

Il Venezia Giulia IGT “Slatnik” Radikon nasce da un blend di uve chardonnay e friulane allevate nella tipica ponca, il terreno del Collio, un misto tra marna e arenaria. Una volta in cantina le uve, vendemmiate manualmente e pigia diraspate, vengono fatte fermentare spontaneamente e le bucce vengono lasciate nel mosto a macerare per 8/14 giorni in tini troncoconici di rovere chiusi. Al termine fermentazione segue svinatura e affinamento in botti di rovere dai 25 ai 35 hl per 18 mesi con alcuni travasi se necessari.
Il Venezia Giulia IGT “Slatnik” Radikon è un vino di spessore, non perde mai la scena ma al tempo stesso conserva proporzione ed eleganza. Vino di impatto, ma sorprende per il notevole equilibrio che riesce a garantire al termine della deglutizione. Il calice di Slatnik profuma di agrumi canditi, di resina e rimanda a sentori terrosi. Il suo sorso mostra un forte dinamismo, appare vibrante eppure conserva una sinuosità che pare innata in questo vino.

'“Slatnik”

E' nel 1977 che Stanko Radikon inizia a firmare la storia di questa già storica azienda ed è dagli inizi degli anni 90 che Stanko inizia a sperimentare la lunghe macerazioni sulle bucce, che sono diventate oggi, il segno distintivo di tutti i vini di quest'azienda. I terreni vengono lavorati al minimo indispensabile: si falcia l'erba i sarmenti e le vinacce sono gli unici nutrienti per la ponca, il tipico terreno di queste zone del Collio, composto da marna e arenaria, ricco di sali e macroelementi. Solo quando strettamente necessario si effettuano trattamenti, a base di rame e zolfo.

'Sauté

Sauté di frutti di mare

'

Scialatielli ai frutti di mare

'Scorfano

Scorfano capperi e olive

Prodotti visti recentemente