"Vigna Barbacarlo" Oltrepó Pavese Rosso 2002 Lino Maga


Lino Maga

"Vigna Barbacarlo" Oltrepó Pavese Rosso 2002 Lino Maga


Lino Maga

-
+
€63,00

Vino rosso

Non disponibile

Denominazione: Oltrepó Pavese Rosso DOC
Annata: 2002
Regione: Lombardia
Tipologia: Rosso
Vitigni: Croatina 50%; uva rara 30%; ughetta 20%
Colore: Rosso rubino intenso
Profumo: Speziature dolci, radici, sentori di frutta
Gusto: Elegante, strutturato, intenso
Gradazione: 14%
Temperatura di Servizio:
18-20°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Viti ultracentenarie allevate a Guyot su terreno di tufo e ghiaia
Vinificazione: Fermentazione spontanea in vecchie botti di rovere senza controllo della temperatura e macerazione di 7-9 giorni
Affinamento: Affinamento sulle fecce fini per 7-8 mesi in botti di rovere
Filosofia Produttiva:
Vini Naturali

"Il vino deve sapere di vino" è in questa frase che è racchiusa tutta la filosofia e il credo di Lino Maga, proprietario della storica Azienda Barbacarlo, luogo di culto per appassionati enologici, nell'Oltrepò Pavese. E il suo Barbacarlo è diventato un vino-mito. La 2002 rappresenta l'ultima annata prodotta all'interno della Denominazione, ma anche la prima bottiglia a non riportare più sul retro etichetta tutti quei precisi e minuziosi dati che Lino amava scrivere, dal PH all'acidità totale, alla solforosa alla percentuale di zuccheri residui.
In ogni caso la 2002 è' stata un'annata difficile, e il calice lo conferma: ancora austero è il suo tannino che non pare aver intenzione di cedere la scena, eppure se ci si arma di curiosità, dietro a quella patina si celano note piccanti di spezie e di animali che tanto al naso ritornano poi anche in retronasale dove esplodono sentori di mirto e ginepro. Nonostante i suoi 18 anni, il vino è ancora un fanciullo, dotato di una potenza straordinaria, a tratti indomabile. Ma avrà un posto di rilievo nelle verticali storiche dei prossimi anni. Firma a divenire un vino che potrà essere epico.

Se esistono miti e leggende nel mondo del vino, di certo il mito è Lino Maga, di certo il Barbacarlo, il suo vino di punta, è una leggenda. Di lui tutti hanno scritto tutto. Non servono grandi presentazioni per chi la storia del vino l'ha scritta. Era il 1986 quando inizia la storia del vino di Lino Maga. A Broni, nel cuore dell'Oltrepò Pavese, quando gli antenati della famiglia Maga intitolarono il vigneto di famiglia e tutta una collina alla memoria di uno zio Carlo: Barbacarlo nel dialetto pavese. Da allora il suo seguito è stato un crescendo. I suoi vini sono cercati e ricercati dagli appassionati di tutto il mondo. Vini immortali che resistono al tempo, potendo aprirli anche dopo 40 anni e ritrovare sempre un'espressione viva e vera.
Vedi produttore

Bruschetta di lardo di colonnata

Bruschetta di lardo di colonnata

Tagliatelle ai funghi e tartufo

Tagliatelle ai funghi e tartufo

Selvaggina

Selvaggina