Pellerosa IGT 2018 I Cacciagalli


I Cacciagalli

Pellerosa IGT 2018 I Cacciagalli


I Cacciagalli

-
+
€21,00 €26,00

Vino Rosé

15 Disponibile



Denominazione: Pellerosa IGT 2018 I Cacciagalli
Annata: 2018
Regione: Campania
Tipologia: Rosato
Vitigni: Aglianico
Colore: Vivace rosa cerasuolo i media fittezza
Profumo: Bouquet intenso e ampio di frutti rossi e polposi, lievi sentori speziati e una sottile nota minerale che allegra l'intero calice
Gusto: Persistente, intenso, di notevole freschezza e sapidità
Gradazione: 13%
Temperatura di Servizio:
12-14°C
Formato: Bottiglia 75 cl
Vigneti: Vigne di c.a. 20 anni allevate a Spalliera su suoli di natura vulcanica e calcarei, con buona sostanza organica in totale coltivazione biologica e biodinamica
Vinificazione: Breve contatto con le bucce, fermentazione spontanea e affinamento in anfore di terracotta.
Affinamento: In bottiglia
Filosofia Produttiva:
Vino biologico

Il "Pellerossa" de i Cacciagalli è una bella espressione tipica del territorio campano, una manifestazione pura e vera dell'aglianico. Merito della salubrità dell'intero terroir in cui questo vitigno è allevato. In un ambiente vocato e curato nel pieno rispetto dei principi della biodinamica.
Fermentazione alcolica spontanea e macerazione sulle bucce il tutto in anfore di terracotta che riposano in una cantina a ridosso dalle vigne. Poi il riposo e la bellissima evoluzione in bottiglia.
Il "Pellerosa" de i Cacciagalli è un vino rosato che si presenta al calice in un vivace rosa cerasuolo di media fittezza. Il naso è una piacevole matassa di odori fruttati, ricchi di polpa e succosità, non manca quella tocca vinosa che dà un tono in più allo spettro olfattivo. Ma è sicuramente il frutto giovane e croccante che si avverte tanto al naso quanto poi al palato, che diventa il protagonista del pellerossa. Il suo sorso esprime una forte freschezza e sapidità, e ciò fa del Pellerossa un vino capace di stare in una tavola giocosa e conviviale, con quella autenticità di beva che diventa a ogni sorso sempre più piacevole.

Siamo a pochi chilometri dal vulcano spento di Roccamonfina e qui Mario Basco e sua moglie Diana Iannaccone conducono le loro vigne lasciandosi ispirare dai principi impartiti dal teorico della biodinamica, Rudolf Steiner, praticano il sovescio del terreno (per favorire la micro-respirazione), difendono le piante con soli preparati e decotti naturali, affidano le potature alle tecniche di "Simonit&sirch" e riducono le cimature al minimo indispensabile per non sottrarre energia alla vite. L'azienda fa anche parte della cerchia della "Renaissance des Appellations" della quale fanno parte solo un ristretto e selezionato numero di aziende italiane (attualmente 50) che ha come obiettivo la conoscenza di un metodo agricolo alternativo a quello industriale per la produzione di vini di alta qualità. Dei 36 ettari della tenuta, che ospita anche un meraviglioso agriturismo solo 11 sono impiantati a vite dando totale rilievo agli autoctoni quali il fiano, falanghina, piedirosso, aglianico e pallagrello nero. I vini dei Cacciagalli sono vini "Buoni"!
Vedi produttore

 Frittata di verdure

Frittata di verdure

Tagliatelle al sugo

Tagliatelle al sugo

Orata al cartoccio

Orata al cartoccio

Prodotti visti recentemente